“Caulis Floris” o “Cavolfiore”

Il Caulis Floris o Cavolfiore è una delle piante erbacee più coltivate in Italia, diffusa soprattutto nelle regioni Cavolfioricentro-meridionali e precisamente in Campania, Marche, Toscana, Lazio, Puglia e Sicilia.

Il cavolfiore è una verdura tipica della stagione fredda. Bisogna approfittare delle sue caratteristiche nutritive e consumarla un paio di volte la settimana per tutto l’inverno. I cavolfiori sono perfetti anche per chi segue una dieta dimagrante, grazie alle poche calorie e all’elevato potere saziante.

 

 

 

 

Varietà

Innanzitutto le varietà più comuni del cavolfiore, sono quelle con l’infiorescenza bianca. Esse poi sono distinte in base alla maturazione, per cui vi sono varietà Precocissime (raccolte ad ottobre), Precoci (raccolte a novembre-dicembre), Invernali (raccolte a gennaio-febbraio) e Tardive (raccolte da marzo a maggio). Inoltre esistono delle varietà con differenti colorazioni, come ad esempio il cavolfiore verde di Macerata o il cavolfiore violetto di Catania.

 

Curiosità

  • Come posso neutralizzare l’odore (non desiderato) che emettono i cavolfiori quando vengono cotti?

Metti sul coperchio un pezzo di pane raffermo bagnato nell’aceto.

  • Quanto tempo posso conservare i cavolfiori crudi e non lavati?

Essi si possono conservare in frigorifero fino a dieci giorni, ma una volta cotti si possono tenere al massimo 2 giorni, ricordate però che più li si conserva, più il loro caratteristico odore aumenta.

Si consiglia di consumarli freschi, per beneficiare di tutte le proprietà.

 

 

 

 Benefici

  • I cavolfiori contengono molti minerali e vitamine, in particolare vitamina C. Sono, inoltre, alimenti antiossidanti e antinfiammatori.

 

  • Sono indicati in caso di diabete in quanto contribuiscono, con la loro azione, al controllo della glicemia;

 

  • Alcuni recenti studi scientifici attribuiscono loro proprietà anticancro;

 

  • Il centrifugato di cavolfiori è un valido rimedio naturale contro il raffreddore;

 

  • I cavolfiori, inoltre, aiutano a regolare il battito cardiaco e a tenere sotto controllo la pressione arteriosa;

 

  • Stimolano il funzionamento della tiroide e sono utili nell’alimentazione di chi soffre di colite ulcerosa.
Condividi con i tuoi amici